Sim card addio: verso la rivoluzione?

Sim card addio: verso la rivoluzione?
Photo – Pixabay

Quella delle sim card e delle loro eredi elettroniche sarà una vera e propria rivoluzione. Secondo quanto si legge sui media di settore specializzati nel campo smartphone, le vecchie e care card sono destinate a scomparire per sempre per fare spazio alle eSim. Ma vediamo di quali numeri parliamo e di come questo passaggio storico potrà avvenire.

La rivoluzione è partita dal nuovo iPhone 14 che non ha già più (per ora solo per il mercato USA) la sim fisica. Ed è già un grande segnale di ciò che avverrà in futuro. L’implementazione delle eSim comporta la scomparsa del meccanismo di inserimento fisico nel dispositivo, cosa che verrà sostituita con una card già presente e attivabile con QR Code.

eSim, una sorta di “identità”

Non sfugge che dovendo attivare la eSim leggendo il QR Code, siamo di fronte alla costruzione di una sorta di identità della sim. Il che ci prefigura altri passaggi successivi, che forse sono già futuribili e che hanno a che fare con l’integrazione di ancora più funzioni nello smartphone. Sempre più, ormai, sulla via per passare da accessorio a strumento indispensabile per assolvere anche a operazioni di vita quotidiana. Tecniche e non solo. Pensiamo, ad esempio, alla facilità maggiore con cui sarà possibile passare da un operatore all’altro senza dover sostituire fisicamente la sim.

I numeri

I numeri, come sempre in questi casi, fanno un po’ impressione se guardati in prospettiva. Secondo alcune stime infatti sarebbero oltre 8 miliardi le sim card fisiche destinate ad essere rimpiazzate dalle eSim. Per questo e non solo si parla ormai di passaggio epocale, che chiude un’era (quella nella quale chiunque ha acquistato il suo primo smartphone) per aprirne un’altra le cui frontiere di sviluppo sono al momento nemmeno ipotizzabili.